-->

giovedì 17 agosto 2017

[Recensione] Sette minuti dopo la mezzanotte di Patrick Ness



Buongiorno a tutti carissimi lettori :)
oggi vi parlo di un libro che sicuramente in molti conosceranno sto parlando di Sette minuti dopo la mezzanotte scritto da Patrick Ness uscito nel 2013 grazie alla Mondadori.
Buona lettura!!



Titolo: Sette minuti dopo la mezzanotte
Autore: Patrick Ness
Data di uscita: 08/01/2013
E-book: € 6,99
Cartaceo: € 7,50
Pagine: 181
Casa editrice: Mondadori
Genere: Fantasy 
Una notte di luna e brezza leggera, il piccolo Conor si sveglia di colpo sentendo bussare alla finestra della sua cameretta. Terrorizzato, allunga l'orecchio per cogliere qualche rumore sospetto dal piano di sotto. Nulla. Sono passati sette minuti dalla mezzanotte. D'un tratto, sente chiamare il suo nome¿ Conor è preso dal panico: potrebbe essere l'apparizione spaventosa che da giorni lo tormenta nel sonno, l'incubo che viene a trovarlo da quando sua madre ha iniziato le cure mediche. Invece, quando si fa coraggio e si sporge dalla finestra, trova ad attenderlo un mostro. Un mostro tutto particolare, però, senza artigli o denti aguzzi. È semplicemente un albero. Antico e selvaggio, una creatura che sembra uscita da un altro tempo. Il mostro è pronto a stringere un patto con lui: nelle notti successive racconterà a Conor tre storie, di quelle che aiutano a uccidere i draghi che ognuno di noi nasconde nel fondo del proprio animo, storie che spingono ad affrontare le paure più grandi. Ma in cambio la creatura misteriosa vuole da lui una quarta storia, un racconto che deve contenere e proteggere la cosa più pericolosa di tutte: la verità.Con la grazia struggente dei veri narratori, Patrick Ness dà vita a un romanzo sincero ed emozionante, che tocca il cuore del bambino che ognuno di noi è stato.

RECENSIONE
Conor O’Malley è un ragazzino speciale, ogni notte, trascorsi sette minuti dopo la
mezzanotte, riceve la visita di un’entità particolare. Questa si manifesta sotto le spoglie di un immenso tasso, proprio l’albero che domina la collina vicino alla quale abita. Ogni notte, esso gli dona un racconto nel quale si nasconde una verità che inconsciamente aiuterà il nostro protagonista a far chiarezza dento di se. La vita di Conor non è per niente semplice, ha la mamma malata, il papà gli ha abbandonati ed i compagni di scuola lo prendono in giro di continuo e come se non bastasse deve andare a vivere dalla nonna, visto il peggioramento delle condizioni cliniche della madre, con la quale proprio non ha un buon rapporto. La sua è un’esistenza complessa, nonostante la giovane età, dove ai tormenti interiori si unisce la presenza di questo personaggio soprannaturale, che nel suo ruolo sembra voler accompagnare Conor, aiutandolo a sconfiggere le sue insicurezze e le sue debolezze.

Romanzo, a mio avviso, superlativo, che attraverso la fantasia di un bambino tratta
tematiche estremamente delicate e complesse che riguardano il processo di crescita di un individuo e l’insieme delle sensazioni che lo accompagnano nel difficile percorso dell’ abbandono e della perdita. Geniale l’utilizzo dei racconti da parte dell’autore come fonte di riflessione per il protagonista. Ben sviluppati, sotto ogni aspetto, i personaggi ed inseriti nella struttura narrativa. Altrettanto precise e ben descritte le ambientazioni. Epilogo che lascia la narrazione inconclusa, dando la possibilità al lettore di immaginare il proprio finale. 
Vi consiglio, di acquistare la versione cartacea del romanzo, in quanto ricca di bellissime illustrazioni non presenti in quella digitale. Avrete, così, un piccolo gioiello nelle vostre librerie. Consigliata è, inoltre, la visione della trasposizione cinematografica che, tolte alcune sfumature, è abbastanza fedele al romanzo. In tal senso, la mia unica perplessità riguarda la scelta degli attori, che nel mio immaginario avrei scelto diversi. Splendida, invece, la trasposizione dei racconti. Nel complesso, quindi, lo reputo un buon film, da vedere dopo la lettura o, ancora meglio durante.




Posta un commento