-->

mercoledì 9 agosto 2017

[Recensione] Sepolti vivi di Antonietta Agostini

Buongiorno a tutti :) 
ecco a voi la recensione di Sepolti vivi un thriller di Antonietta Agostini autrice self, libro uscito il 1 Luglio.
Vi lascio alla recensione ...Buona lettura!!
Sepolti vivi

Autore: Antonietta Agostini
Data di uscita: 01/07/2017
E-book: € 0,99
Cartaceo: € 6,00
Pagine:
Editore: Self - Publishing
Genere: Thriller 
Pluckley, una cittadina del Kent, viene sconvolta dal ritrovamento di una donna sepolta in una teca di plexiglas nel bosco di Dering Woods. Le indagini vengono affidate alla squadra investigativa del detective Adam Miller trasferitosi da poco dal Michigan. La caccia al killer è aperta ma il gioco è più duro di quanto il detective Miller pensasse.
Se il suo lavoro mettesse a repentaglio la vita delle persone a cui vuole bene? Se il serial killer volesse distruggere la vita dell'uomo che gli dà la caccia? Da predatore a preda in una corsa forsennata contro il tempo per salvare non solo delle vite ma anche le persone che più ama.
Un thriller pieno di suspense e una scia di vittime che somigliano a principesse addormentate nelle loro teche di cristallo con l'unica differenza che non ci saranno baci a svegliarle, se non quello gelido ed eterno della morte.
Sinossi a cura di Vanessa Vescera.

RECENSIONE
La piccola cittadina di Plunkley, nel Kent, viene sconvolta dal ritrovamento di una donna morta all’interno di una scatola di plexitas. Il luogo scelto per la sepoltura è il bosco di Dering Woods, noto per essere un posto di terrore e perdizione. Qui vive il misterioso Caleb, un uomo eccentrico, che afferma di aver visto l’assassino. Nessuno sembra dargli la giusta attenzione, neanche l’agente Adam Miller il quale insieme al collega Lee, sta conducendo le indagini. Intanto le vittime aumentano e la soluzione del caso sembra lontana, sino a quando un evento drammatico porterà al giusto epilogo.

"Quando Lauren Nelson si risvegliò dal torpore che l'aveva lasciata priva di sensi per più di un'ora, fece fatica a capire dove si trovasse...non poteva muoversi, perché era intrappolata dentro qualcosa...giaceva all'interno di una teca trasparente, in una grande buca sottoterra...si dimeno urlando ma ogni sforzo era ormai inutile...il panico si impossesso di lei...nessuno l'avrebbe cercata...nessuno l'amava a tal punto da rendersi conto che non sarebbe rincasata quella sera"

Romanzo breve, ma che ho trovato particolarmente avvincente, grazie allo stile graffiante dell’autrice. Un libro ricco di colpi di scena che si concretizzano nel finale. Appassiona il lettore dalla prima all’ultima pagina. Suggestive e misteriose le ambientazioni che, contribuiscono a creare il giusto livello di adrenalina. Vari e ben delineati i personaggi che sono inseriti molto bene nel contesto narrativo. Epilogo stupefacente in quanto l’autrice è molto brava a celare il colpevole depistando abilmente il lettore. Assegno quattro stelle e mezzo con un unico dispiacere rivolto alla lunghezza dell’opera e con la speranza che Antonietta ci regali altri romanzi come questo.

1/2



Posta un commento